Recensione – Vendetta di Kevin Hearne

Buongiorno a tutti. Avete passato delle belle feste? Io sono rimasta in famiglia e non posso chiedere di meglio.

Qualche settimana fa ho condiviso con voi la recensione, che potete trovare cliccando qui, di “In Fuga” il primo volume della saga “Le cronache dell’ultimo Druido”, oggi quindi vi sto portando il secondo volume.
Eccolo qua.

Titolo: Vendetta
Autore: Kevin Hearne
Editore: Fanucci editore
Pagine: 301
Prezzo di copertina: € 9,90

vendetta_1024x1024

Trama:
Atticus O’Sullivan, l’ultimo dei druidi, non si cura molto delle streghe. Eppure, sta per stringere amicizia con la congrega locale firmando un trattato di non aggressione reciprocamente vantaggioso, quando improvvisamente la popolazione di streghe nell’odierna Tempe, in Arizona, quadruplica nel corso di una sola notte. E le nuove ragazze non sono solo cattive, sono incredibilmente toste. Alle prese con un angelo caduto che porta scompiglio tra gli studenti delle scuole superiori, un’orda di Baccanti che giungono da Las Vegas con la loro speciale decadenza mortale e una dea celtica pericolosamente sexy e intenzionata a richiamare le sue attenzioni, per l’ultimo druido non è facile portare a termine la sua caccia alle streghe. Ma aiutato dalla sua spada magica e dal suo avvocato vampiro, Atticus è pronto a dimostrare alle creature stregate che hanno maledetto il druido sbagliato…

Recensione:
Chiedo scusa per la recensione che verrà fuori ma purtroppo non sono molto brava a recensire le saghe, questo perché se il primo libro mi è piaciuto difficilmente non apprezzo anche i seguiti, quindi mi ritrovo a dire quasi le stesse cose e come voi ben sapete non amo parlare della trama nelle mie recensioni perché voglio sempre evitare spoiler.
Come nel primo libro anche qui troviamo Atticus, l’ultimo Druido rimasto che ha più di 20 secoli anche se per gli umani ha solo 21 anni. Personalmente lo trovo un personaggio meraviglioso. Uno di quelli che vorrei avere come amico; intelligente, simpatico, furbetto (un po’ troppo) e divertente.
In questo secondo volume possiamo conoscere molto più da vicino le streghe, ma soprattutto il vampiro Leif, personaggio davvero unico e che apprezzo moltissimo. Non dimentichiamoci però di Oberon, il levriero Irlandese che parla con Atticus e che fa sorridere per la sua paura che a tratti salta fuori.
Una cosa che apprezzo davvero molto di questa saga, quindi dei primi due volumi per ora, è il fatto che è piena di azione dall’inizio alla fine, a volte è un po’ trash ma in senso buono perché rende tutta la lettura molto divertente e mai noiosa.
Come nel primo volume, anche qua troviamo tantissimi Dei e Dee e facciamo la conoscenza di due personaggi molto famosi. Sto parlando di Maria e Gesù e già questo è abbastanza comico di per sé. Ogni pagina, ogni riga, riesce a lasciarmi con un sorriso.
Atticus, con la sua spada incantata, è davvero un eroe dei nostri tempi e non vedo l’ora di scoprire in quali guai si caccerà, perché effettivamente in qualche modo finisce sempre nei guai.
Un libro leggero e divertente, che si legge in poco tempo ma che fa comunque riflettere.
Sto già leggendo il terzo volume quindi fra qualche giorno avrete una nuova recensione, ma per ora posso dire che spero davvero che la Fanucci possa pubblicare anche i seguiti perché è una saga da non perdere.

Il mio voto:
♥♥♥♥♥ su 5

La frase:
La vedova aveva scoperto che ero un druido all’improvviso, subito dopo aver scoperto che i lupi mannari non erano creature leggendarie. Alla maggior parte delle persone costrette a confrontarsi con un simile cambio di paradigma, si brucia la frizione e necessitano di una nuova trasmissione mentale. La vedova, invece, non aveva perso velocità, adattandosi facilmente e coccolandomi anche un po’ quando le mostrai l’orecchio mancante.

Dove comprarlo: Vendetta – Amazon

A presto con la nuova recensione anime della foresta.

Instagram: @unbosconellamente
LaForestaDeiFantasy – Tanya ®

Annunci

Recensione – La Maga Tessitrice di Helena Paoli

Colgo l’occasione di questa recensione per dirvi che mi dispiace di non essere più molto presente sul blog. Purtroppo ho passato due mesi in giro per gli ospedali perché non stavo bene. Nulla di serio alla fine, ma non riuscivano a trovare nulla e per questo la “malattia” si è prolungata così tanto. Tranquilli sto già guarendo 🙂
La Fanucci il mese scorso mi ha mandato questo stupendo libro. Ero molto curiosa perché conosco l’autrice come blogger e youtuber e sono felice di aver letto qualcosa di suo così da poterla conoscere come scrittrice e anche un po’ come persona.
So che vi parlo sempre della Fanucci Editore in modo meraviglioso ma vi giuro che nessuno di loro mi paga per dire cose positive. Probabilmente pubblica semplicemente titoli che io adoro ogni volta e che non deludono mai o quasi.
Ma ora partiamo con la recensione…

Titolo: La Maga Tessitrice
Autore: Helena Paoli
Editore: Fanucci Editore
Pagine: 365
Prezzo cartaceo: €18,00

Questo è il primo volume della saga “La figlia del cielo”51kwgkco-jl._sy346_

Trama:
Aspasia ha diciotto anni e conduce un’esistenza tranquilla e solitaria, circondata dai libri e dai silenzi di suo padre. Dopo aver subìto un’aggressione, ha costruito un muro per proteggersi dagli altri, ripiegandosi su sé stessa e sul proprio amore per le parole. Per questo, pur essendo dotata di una vivida immaginazione, la ragazza intuisce il mistero all’origine dell’universo solo quando l’enigma si svela davanti ai suoi occhi: esiste un mondo parallelo, e un giovane dai capelli bianchi, di nome Septimus, è arrivato proprio da lì per reclamarla. Intrecciato con la nostra dimensione, c’è l’Altrove, una realtà governata da miti e magia. Lì, nonostante la reggenza del giovane erede imperiale Hadrianus, un dittatore sanguinario regna incontrastato, mentre infuria una guerra millenaria e un gruppo di donne cerca di mantenere l’ordine. Le chiamano Tessitrici, perché capaci di manipolare i fili di cui è intessuto il cosmo. Aracne, la più temuta fra loro, è morta, nel tentativo di restituire la libertà ai sudditi dell’Impero. E adesso Aspasia deve attraversare il velo fra le dimensioni e destreggiarsi nei difficili equilibri di corte per prendere il posto della famosa Maga Tessitrice perché le somiglia terribilmente e quello sembra essere il suo destino… Il primo capitolo de La figlia del Cielo, una saga fantasy intrisa di mito, magia e sentimenti.

Recensione:
Parto con il dirvi che già il prologo è bellissimo, scritto in modo sublime e invoglia tantissimo ad andare avanti con la lettura.
Personalmente non amo i ragni, soffro di aracnofobia (urla isteriche, pianti, sudorazione e battiti a mille), eppure l’autrice è riuscita a suscitare in me una grande ammirazione per queste creature arcane. Non vi preoccupate non è un libro pieno di ragni però un pochino si parla anche di loro.
Adoro la protagonista, Aspasia, una ragazza cresciuta troppo in fretta per colpa della crudeltà della vita, una ragazza che è stata poco ascoltata e che ama rifugiarsi nei libri (come molti di noi), cosa che effettivamente l’aiuterà non poco nella sua nuova avventura.
Aspasia vive un grandissimo cambiamento tra l’inizio e la fine del libro, o meglio, riconosce se stessa e ciò che è sempre stato sopito dentro di lei.
Se però dovessi scegliere un personaggio allora direi che il mio preferito è Hadre, anche se all’inizio proprio non lo capivo e per questo un po’ lo odiavo. In realtà i personaggi sono molti e tutti descritti benissimo e quindi non è facile scegliere un preferito soltanto perché ognuno di loro ha una qualche caratteristica molto interessante. Vogliamo per esempio parlare di Aetius?! Sembrava quasi inutile, invece…
La storia è molto avvincente ed il fatto che Aspasia sia una normalissima persona come tutti noi è, secondo me, una cosa positiva e bella. Ci fa sognare un po’ di più.
Per problemi di tempo non sono riuscita a leggere il romanzo tutto d’un fiato, ma quando potevo dedicarci il mio tempo era davvero difficile separarmene, inoltre il finale è… WOW… voglio il secondo volume SUBITO!
Anche l’ambientazione è meravigliosa. Dai boschi colmi di alberi che sembrano essere vivi, alle strade di Rumem piene di cittadini caotici.
È un libro che lascia qualcosa, un qualcosa che io chiamo Coraggio. Il coraggio di osare, di uscire dalla nostra vita per metterci nei panni degli altri. Il coraggio di essere empatici con il mondo con tutte le conseguenze che questo comporta.
Sicuramente consiglio questo romanzo agli amanti del fantasy, a quelli che amano perdersi nella foresta ad ascoltare i propri pensieri. A chi ama i dialoghi elaborati e che sembrano veri… Agli adulti che hanno voglia di evadere dalla vita monotona e ai ragazzi che vogliono conoscere il mondo attraverso gli occhi degli abitanti di un Altrove a noi sconosciuto.
Sapete che a fine recensione vi lascio sempre almeno una frase tratta dal libro e questa volta è stato davvero difficile scegliere le frasi da riportarvi perché l’autrice è davvero brava, non solo a raccontare storie, ma a farcele vivere davvero. Comunque ne ho scelta una presa a inizio libro e una presa dalle ultime pagine. (Niente spoiler, promesso!)

Carissima Helena, stavo per piangere anche leggendo i ringraziamenti, e ho già detto tutto!

Il mio voto:
♥♥♥♥♥ su 5

Le frasi:
“Chi sei?” ripeté Aspasia, e questa volta lo trattenne, quasi che il suo corpo avesse intuito – o saputo – ancor prima della mente che lo strano ragazzo sarebbe fuggito via per non farsi rivedere mai più, se non l’avesse fermato in tempo. Sentì la curiosità, un’antica amica, congelata anche lei dal giorno dell’incidente, fiorire nel suo petto. Sussurro di Primavera.

Aspasia si paralizzò. Rifletté su come, in maniera imprevedibile, tutta la sua vita l’avesse preparata a quel momento. La solitudine l’aveva obbligata a cogliere l’anima di una persona a partire da una parola o un’espressione. I suoi libri l’avevano allenata a sentirsi a contatto con chiunque, distante nel tempo o nello spazio, a fare suoi i pensieri e a provare le sue emozioni. Era adatta a quella magia, vi era destinata.

Dove comprarlo: Amazon – La Maga Tessitrice

Io ho amato davvero molto questo romanzo. Voi lo avete già letto? Cosa ne pensate?

Instagram: @unbosconellamente
LaForestaDeiFantasy – Tanya ®

Recensione – L’erede di Tahira di Linda Bertasi

Ciao a tutti lettori.
Sono felicissima di portarvi questa recensione quindi direi di partire subito.

Titolo: L’erede di Tahira
Autore: Linda Bertasi
Editore: Selfpublishing
Copertina a cura di: Cora Graphics
Pagine: 287
Prezzo ebook: € 1,99
Prezzo cartaceo: € 14,56 51IpnLBc2qL

Trama:
Viserbella 1561. Una donna, accusata di praticare la stregoneria, sta per essere condotta sul rogo. Prima di morire consegna alla figlia un prezioso diario e il suo ciondolo a forma di stella a sette punte.
Viserbella 2013. Arianna è in vacanza e, passeggiando sulla spiaggia, trova un misterioso volume incustodito. Subito, lo riporta nella libreria indicata sulla copertina, ma non farà più ritorno a casa.
Catapultata in una dimensione parallela con la mente spoglia di ricordi, tenterà di sopravvivere e di recuperare la memoria aiutata da un gruppo di ragazzi che sembrano conoscerla molto bene.
Nel suo passato si annida la magia, la superstizione e il dramma. Tutto un mondo sta per esserle svelato e un gravoso fardello la investirà, perché lei è l’Erede e deve compiere una missione.
Tra cristalli e Libri delle Ombre, incantesimi e leggende che affondano le loro radici nell’Antico Egitto, l’atavica lotta tra Bene e Male domina le pagine di un romanzo dove niente è come sembra, il tempo è una corsa a ostacoli e i nemici si nascondono nell’ombra.

Recensione:
Vorrei iniziare con il dirvi che in questo libro ci sono davvero tantissimi dettagli e che quindi nulla è lasciato al caso.
La storia è un Fantasy che però ha all’interno anche tantissime cose reali e documentate, come poi ci spiega l’autrice stessa alla fine del romanzo.
Le pagine sono intrise di storia, di fantasia, di magia, ma soprattutto sono intrise di mondi. Insieme ad Arianna, la protagonista, possiamo vivere in un mondo parallelo, un mondo fatto di cristalli e magie, ma possiamo anche catapultarci nell’antico Egitto solo girando una pagina.
Questo romanzo è un grande mistero da svelare che ci trascina nelle paure più profonde di una protagonista perfettamente descritta.
Linda Bertasi è un’ottima scrittrice perché, che voi crediate o meno nella magia, alcune volte vi fermerete su una pagina e vi chiederete se ciò che state leggendo è vero oppure no. Questa sua bravura è data dalle ricerche che lei stessa ha effettuato ed è una cosa che ammiro tantissimo e che non bisogna mai dare per scontato quando si legge un romanzo.
Sapete che di solito vi parlo dei personaggi per dirvi quali sono i miei preferiti e le motivazioni che mi portano a tale scelta, ma in questo libro i personaggi sono davvero così ben descritti che sembrano quasi reali e vorrei tanto che scopriste da soli quali sono i migliori, anche se credo che farete fatica a decidere.
Sicuramente è un libro che consiglio a tutti gli amanti del Paranormal Fantasy ma soprattutto a chi ama le streghe, quelle vere bruciate sui roghi, a chi crede nella magia, quella curativa fatta di cristalli ed erbe medicinali.

Il mio voto:
♥♥♥♥♥ su 5
Il voto è pieno perché l’unica cosa negativa che ho trovato è la fine del libro. Nel senso che avrei voluto continuasse in eterno…

Dove comprarlo: Amazon – L’erede di Tahira

Voi credete nella magia o comunque in qualcosa di mistico? E nei mondi paralleli?

Instagram: @unbosconellamente
LaForestaDeiFantasy – Tanya ®

Book Haul – Gennaio 2019

Il primo Book Haul dell’anno è abbastanza pieno quindi non posso che essere felice di mostrarvi le mie nuove creaturine.

Scelti dalle Tenebre – Anne Rice7861_Sceltidalletenebre_1289504705

La Regina dei Dannati – Anne Riceregina_dannati

Maledetto – Kevin Hearnemaledetto_1024x1024

Vendetta – Kevin Hearnevendetta_1024x1024

In fuga – Kevin Hearne51ToodDqpoL

Le impure – Matteo Bertonec5b65719-33d2-405c-bc36-9632403cf3ed_medium_p

Il Demone dello specchio – Diana Mistera
Potete trovare la mia recensione cliccando qui 51uzzfexrnl

La chiave di Salomone – Il libro Rosso – Il Grimorio nero

Potete trovare la mia recensione di questi tre volumi cliccando qui

L’erede di Tahira – Linda Bertasi
Lo sto leggendo ora quindi presto arriverà la recensione.51IpnLBc2qL

La maga tessitrice – Helena Paoli51kwgkco-jl._sy346_

Avete letto qualcuno di questi libri? Se doveste scegliere, quale leggereste?

A presto anime della foresta…

Instagram: @unbosconellamente
LaForestaDeiFantasy – Tanya ®

Recensione – Il Demone dello specchio. The Unleashing

Oggi vi porto la recensione di un fantasy paranormal che mi ha colpita molto. Ero già stata piacevolmente sorpresa dal primo volume ma devo dire che questo secondo libro mi è piaciuto ancora di più anche se all’inizio sembra il contrario…
Ma lasciamo perdere queste chiacchiere e passiamo subito alla recensione.
Se volete dare un’occhiata alla recensione del primo libro “Orpheus” potete trovarla qui

Titolo: Il Demone dello Specchio – The Unleashing
Autore: Diana Mistera
Editore: Lettere Animate
Pagine: 279
Prezzo di copertina: €16,00
Prezzo ebook: €3,0051uzZfEXrNL.jpg

Trama:
Per Geena, giovane sensitiva e Orpheus, il suo amato rocker, non è semplice trovare del tempo da passare insieme.Una vacanza in Romania sembra il momento ideale per poter finalmente vivere la loro storia d’amore, ma quella che doveva essere una vacanza romantica si trasformerà ben presto in un incubo.Alcune carte verranno scoperte. Geena verrà a conoscenza di cose del suo passato che la segneranno per sempre e Orpheus ritroverà i ricordi perduti.Il Demone dello Specchio è l’attesissimo seguito di Orpheus, dove tutto quello che pensavate di sapere verrà capovolto.

Recensione:
Leggendo i primi capitoli ho subito pensato che il primo libro mi era piaciuto molto di più, che questo secondo volume è un po’ troppo romance per i miei gusti ma l’autrice è molto brava a scrivere e so che non lascia nulla al caso, quindi ho continuato la lettura rimanendo poi estasiata.
La relazione tra Geena e Orpheus, così come il loro amore, è evoluto moltissimo. Geena ha finalmente conosciuto il segreto che il suo uomo si porta dentro e dovrà decidere se stare con lui per l’eternità oppure no.. Vero amore o meno io non so se ce la farei…
In questo secondo volume facciamo la conoscenza di altri personaggi e posso fermamente dire che Samyaza è il mio preferito in assoluto. Per evitare spoiler non posso svelarvi chi o cosa sia Samyaza ma la sua storia personale è davvero molto bella e dovete assolutamente leggerla.
Geena ora è una ragazza forte seppure con le sue insicurezze (per fortuna) che però è brava a nascondere ma credo debba tirare fuori ancora di più i suoi artigli perché non la aspetta un futuro tutto rose e fiori. Inoltre credo debba farsi rispettare di più, soprattutto dalla persona che dice di amarla. Non credo che Orpheus meriti una donna preziosa come lei, ma questo non sono io a deciderlo!
Trovo che l’amore tra Geena ed Orpheus sia un po’ forzato e spesso non mi sono trovata d’accordo con le scelte dei due protagonisti, ma forse sono solo invidiosa di un amore così incondizionato.
Ho amato tantissimo il fatto che questo volume sia ambientato per la maggior parte del tempo in Romania, una terra che ho sempre voluto visitare proprio per le sue leggende ed i suoi personaggi caratteristici. Inoltre i luoghi ed i paesaggi descritti nel libro sembrano essere davvero magnifici.
Questo secondo volume è un buon libro, molto scorrevole e leggero e consiglio a tutti di leggere questa storia, sia agli amanti del fantasy, del paranormale, agli amanti del paranormal romance ma soprattutto a chi ama Dracula e la sua storia.
La storia si fa sempre più interessante e non vedo l’ora di sapere quale sarà il destino di ogni personaggio.
Un libro che mostra schiettamente quali sacrifici si devono fare in nome del vero amore e che ci fa capire quanto sbagliamo a giudicare le persone…

La frase:
“Esatto. La mente degli esseri umani è tanto meravigliosa quanto complessa. Pensa a quanti trovano la forza ed il coraggio di scendere in una battaglia che razionalmente sanno che perderanno, quando un carismatico comandante fornisce loro un qualcosa per non farli partire già perdenti. Questo successe all’esercito di Vlad. Affrontarono la battaglia aggrappandosi alla speranza dell’invincibilità del Voivoda e del suo Capitano delle Armi. Nella storia ci sono stati molti esempi di questo tipo di manipolazione. E ancora oggi si vede quanto una credenza religiosa può arrivare al completo lavaggio del cervello, quando diventa fanatismo. Quante persone sono soggiogate da fattucchiere improvvisate, con rituali contro la sfortuna ed il malocchio? Perché succede questo? Appunto per ignoranza. Non tutti riescono a capire che ognuno di noi è artefice del proprio destino.”

Il mio voto:
♥♥♥♥ su 5

Dove comprarlo: Amazon – Il Demone dello Specchio

Conoscete questo libro? Pensate che potrebbe piacervi?
A presto anime della foresta.

Instagram: @unbosconellamente
LaForestaDeiFantasy – Tanya ®

Recensione – Fracture di Barbara Bolzan

La prima recensione del 2019 la dedico ad un romanzo che mi ha colpita tantissimo. Un super grazie va alla casa editrice per avermi mandato il libro e all’autrice per aver creato un mondo meraviglioso.

Titolo: Fracture
Autore: Barbara Bolzan
Editore: Delrai Edizioni
Collana: Algol
Illustrazioni: Barbara Bolzan e Luana Curia
Pagine: 341
Prezzo di copertina: € 16,50

Fracture è il primo libro della “Rya Series”9788899960124_0_0_0_75

Trama:
All’inizio di tutto, c’è un uomo. C’è sempre un uomo: Nemi. Lui che è il capo di un villaggio in lotta contro l’impero, lui che la salva mentre è ferita sulla riva di un fiume. Rya si risveglia a Mejixana e impara a vivere una nuova realtà, così diversa da quella a cui è abituata. La gente sembra accoglierla con benevolenza, mentre lei nasconde un segreto che potrebbe mettere tutti in grave pericolo, compreso il ribelle che la tratta in maniera sprezzante e non si fida della nuova arrivata. Tra loro c’è una lotta in corso di muti rimproveri e niente è davvero come sembra: la frattura tra presente e passato rischia di confondere i sentimenti della giovane.

La storia di una ragazza che combatte per diventare donna e conquistare il diritto di poter amare in un romanzo che vi terrà incollati alle pagine per il susseguirsi dei colpi di scena con cui l’autrice riesce a pennellare il carattere dei suoi personaggi. Benvenuti nel mondo d’Idrethia, benvenuti nel cuore di Rya.

Recensione:
Questo libro è spettacolare e per me è stato come trovare un tesoro perché non mi capitava da molto di affezionarmi così tanto a dei personaggi.
Il libro è curatissimo ed ogni pagina presenta dettagli davvero meravigliosi. A fine romanzo troviamo anche delle illustrazioni stupende dei vari personaggi e di vari luoghi. Sono onesta nel dirvi che non mi era mai capitato prima di innamorarmi così tanto dell’estetica di un libro e già mi manca sfogliarne le pagine.
Sebbene nel libro ci siano molti personaggi, i protagonisti sono Rya e Nemi. Rya per quasi tutto il libro mi è risultata antipatica; viziata e stupidina. Meno male che poi ha tirato fuori il suo vero carattere e mi sono ritrovata ad ammirarla anche solo per la speranza che ancora possiede. Vorrei davvero conoscerla meglio! Anche Nemi non mi è piaciuto molto all’inizio perché l’ho trovato troppo arrogante, scoprendo poi che anche lui nasconde un carattere gentile ma che semplicemente non lo mostra subito e sicuramente non lo mostra a tutti.
La storia è davvero avvincente anche se ad essere sincera la prima metà del romanzo l’ho letta in una settimana. Non riusciva ad incuriosirmi e mi annoiava un po’, invece poi l’ultima metà l’ho divorata ed ora mi mancano i personaggi e le loro avventure. Diciamo che all’inizio non succedono molte cose ma considerando che la serie è formata da quattro romanzi direi che ha abbastanza senso.
In ogni caso sono davvero curiosa di vedere l’evoluzione che faranno i vari personaggi, soprattutto Rya.
Ogni luogo descritto, dalla locanda, al castello, al villaggio, è magnifico!
Lo consiglio a chi ha voglia di una lettura leggera ma che ha comunque tanto da raccontare, a chi ha voglia di passare del tempo con personaggi fuori dal comune.

La frase:
La mamma era morta quando avevo poco meno di tre anni. Da quel momento, Alsisia era stata per me sorella, madre e amica. Sempre insieme, fianco a fianco. E adesso: le idee che avevo non erano mie. I gusti che avevo non erano miei. Non erano nemmeno di Alsisia. Erano nostri. Noi due. Una perfetta unità. Vivevamo l’una per l’altra, eravamo due farfalle chiuse nello stesso bozzolo – il suo – . Ero sempre stata abituata a pensare al plurale, non ci vedevo niente di strano.

Il mio voto:
♥♥♥♥,5 su 5.
Non ho dato il voto pieno proprio per la lentezza iniziale del romanzo ma tutto il resto risulta davvero bellissimo.

Come sempre, sappiate che mi fa piacere sapere la vostra opinione in merito.

Instagram: @unbosconellamente
LaForestaDeiFantasy – Tanya ®

Recensione – La caduta dello Zentir di Adrian R. Rednic

Sono onesta; in questo periodo sto leggendo davvero pochissimo. Alla sera dopo il lavoro sono talmente stanca che è già tanto se ceno, inoltre mi sto prendendo tutte le influenze possibili… Spero di leggere un po’ di più in questi giorni di festa. La casa editrice Fanucci però mi ha spedito un libro che mi interessava molto e quindi sono qua per condividere con voi la mia opinione al riguardo.

Titolo: La caduta dello Zentir
Autore: Adrian R. Rednic
Editore: Fanucci
Pagine: 670
Prezzo cartaceo: € 25,00
Prezzo ebook: € 9,99

Primo libro della saga “I rinnegati di Arest”9788834737378_1024x1024

Trama:
In una notte che sa di mistero, Nathan, John, Gwen e Sam vengono colpiti da piccoli meteoriti blu caduti dal cielo. Sono i frammenti dello Zentir, un potente e prodigioso artefatto esploso in circostanze sospette, con conseguenze devastanti per la Terra e Liiandris, il mondo magico oltre il Velo. I quattro, diventati adesso Rinnegati, scoprono non solo di possedere incredibili e inaspettati poteri, ma vengono anche in contatto con una miriade di creature magiche, malie, illusioni e pericoli provenienti da oltre il Velo. La loro vita cambia per sempre, risucchiata dal ritmo incalzante della scoperta. Dei misteriosi Cavalieri, però, danno loro la caccia mentre i Templari cercano un Varco per il mondo magico e una fazione di stregoni complotta per distruggere il delicato equilibrio che governa il tessuto magico della realtà. Coinvolti loro malgrado in una guerra di cui il mondo ignora l’esistenza, i ragazzi saranno costretti a scegliere da che parte stare. Guidati da un bibliotecario eccentrico e geniale attraverseranno mondi sconosciuti, scopriranno nuovi poteri e, soprattutto, affronteranno le loro paure più profonde.

Recensione:
Per questa recensione ho deciso di iniziare dicendo l’unica cosa che ho trovato negativa; per essere il primo libro di una saga l’ho trovato un po’ troppo lungo, o forse ero solo io che avendo poco tempo avrei dovuto leggere qualcosa di più leggero, e per questo motivo a volte è risultato noioso ma questa è una cosa personale. C’è chi ama le descrizioni di ogni piccolo particolare e chi preferisce le cose più sbrigative…
Ecco, l’unica cosa negativa l’ho detta!
Uno dei personaggi che preferisco è sicuramente Nathan. Pensieroso, impulsivo, un po’ filosofico. Se ci esci a bere qualcosa ti ritrovi a parlare della creazione del mondo e allo scopo della vita.
Sono poi arrivata a fare conoscenza con Gwen e non ho potuto non sorridere… Sembrava di guardarmi allo specchio; dai capelli, agli occhiali, al dormire con le lenti a contatto, all’essere maldestra fino al risvegliarmi con il corpo pieno di lividi senza motivo…
Ogni personaggio è “normale” ed è proprio questo il bello. Sembra quasi che qualcosa di magnifico possa capitare anche a noi comuni mortali!
L’avventura fa capolino in ogni pagina e fin da subito, motivo per cui è facile leggere questo romanzo con le sue quasi 700 pagine. È un libro che ti tiene compagnia, uno di quelli dove vuoi sempre sapere cosa succederà e allora quando finisci un capitolo non puoi fare a meno di iniziare il prossimo.
Anche i luoghi descritti sono fantastici e stupendi. Luoghi da sogno…
Quando, prima di ricevere il libro, ho visto che l’autore ha un canale You Tube ero un po’ scettica, colpa di tutti i libri che stanno uscendo scritti da alcuni personaggi famosi su internet, ma per fortuna mi sono dovuta ricredere. Ho dato una sbirciatina ai suoi video e si capisce subito che abbiamo di fronte un ragazzo giovane ma molto intelligente e attento ai dettagli, quindi potete stare tranquilli e, mi raccomando, dategli una possibilità perché non credo vi deluderà.
Consiglio questo romanzo ai neofiti del genere perché personalmente mi ha fatto tornare un po’ bambina a quando leggevo le avventure di Harry Potter davanti al camino, ma lo consiglio anche a chi legge fantasy da una vita e magari ha voglia di tornare a sognare in una lettura fresca, genuina e scorrevole.

Il mio voto:
♥♥♥♥ su 5

Le frasi:
Ci fu uno schiocco improvviso e qualcosa gli si attorcigliò attorno alla gamba destra. Un attimo dopo venne tirato fuori dalla traiettoria della creatura, che conficcò gli artigli nel terriccio con uno stridio di rabbia.

Un mormorio attraversò nuovamente la folla, ma solo alcuni sembrarono spaventati. Molti avevano un’aria confusa e si sporgevano da una parte all’altra chiedendo cosa fosse uno Zentir, ma nessuno rispondeva loro. I pochi che avevano capito apparivano troppo scossi persino per riuscire a respirare, figuriamoci parlare.

Dove comprarlo: La caduta dello Zentir – Amazon

Come sempre, sappiate che sono curiosa di sapere la vostra opinione.

Instagram: @unbosconellamente
LaForestaDeiFantasy – Tanya ®